Archivi categoria: Vita e fede

Vita e fede (9-31)

Nessuno può fare qualcosa di autenticamente buono da se stesso

9. La ragione per cui difficilmente si può comprendere se le nostre buone azioni provengono da noi stessi o da Dio, è che la chiesa ha separato la fede dalla carità; e fare il bene deriva dalla carità. Noi diamo al povero, aiutiamo chi è nel bisogno, sosteniamo chiese ed ostelli. È degno di considerazione nella nostra chiesa, nel nostro paese e tra la nostra gente, frequentare regolarmente la chiesa, venerare e pregare con devozione, leggere le Scritture e la letteratura religiosa, pensare alla nostra salvezza; tutto questo senza sapere se le nostre azioni vengono da noi stessi o da Dio. Queste stesse azioni possono venire da noi o da Dio. Se queste azioni vengono da Dio sono buone, se vengono da noi stessi non sono buone. Infatti ci sono azioni che in se stesse sembrano buone eppure sono eminentemente cattive. Le “buone azioni” ipocrite, per esempio, che sono ingannevoli e deliberatamente fuorvianti. Continua a leggere

Annunci

Vita e fede (1-8)

Vita e fede

(originariamente pubblicato in latino, in Amsterdam nel 1760, in due distinte opere: Doctrina Vitae pro Nova Hierosolima ex Praecepti Decalogis e Doctrina Novae Hierosolima de Fide)

Insegnamenti sulla vita per la nuova Gerusalemme

La religione concerne il modo in cui viviamo, e la via religiosa alla vita è fare il bene

1. Chiunque abbia una religione sa e riconosce che chi conduce una buona vita è salvato e chi conduce una vita cattiva è dannato. Quindi è notorio e riconosciuto che se si conduce una buona vita, si pensa rettamente non solo riguardo a Dio ma anche al nostro prossimo, il che non è il caso se si conduce una vita cattiva. Ciò che amiamo costituisce la nostra vita e qualunque cosa noi amiamo, non solo la facciamo liberamente, ma anche liberamente la pensiamo. Così diciamo che la vita è fare il bene perché fare il bene è inseparabile dal pensare rettamente. Se questo agire e questo pensare non coincidono in noi, non fanno parte della nostra vita. Questo, tuttavia, necessita di essere spiegato come segue.

2. Dato che la religione concerne il modo in cui viviamo e la via religiosa alla vita è fare il bene, chiunque legga la Parola vede e riconosce questo leggendola. Troviamo nella Parola: Continua a leggere