Archivio mensile:gennaio 2019

Ultimo giudizio (53-64)

Babilonia e la sua distruzione.

53. Riguardo al fatto che tutto ciò che è stato predetto nel libro dell’Apocalisse si è avverato si veda sopra (nn. 40-44). E riguardo al fatto che l‘ultimo giudizio ha già avuto luogo, si veda nel precedente capitolo (nn. 45-52) dove è anche spiegato in che modo si è svolto il giudizio sui musulmani e sugli appartenenti ad altri culti (nn. 50-51). L’argomento successivo concerne il giudizio sui cattolici, che s’intendono per Babilonia, sui quali vi sono molteplici riferimenti nell’Apocalisse, in particolare la sua distruzione nel capitolo 18, che viene descritta come segue:

L’angelo gridò a gran voce: È caduta, è caduta Babilonia. Essa è diventata la dimora di demoni, e il rifugio di ogni spirito impuro e di ogni uccello riprovevole e odioso (Ap. 18:2) Continua a leggere

Annunci

Ultimo giudizio (40-52)

Tutto ciò che è predetto nel libro dell’Apocalisse si è compiuto

40. Nessuno può conoscere il significato e le implicazioni di ciò che è contenuto nel libro dell’Apocalisse senza conoscere il senso interno o spirituale della Parola. Questo perché ogni cosa lì è scritta in uno stile simile a quello dei libri profetici dell’Antico Testamento, in cui ogni termine ha un significato spirituale che non appare dal senso letterale. Inoltre, i contenuti del libro dell’Apocalisse non possono essere spiegati nel loro senso spirituale a coloro che non sanno quello che è successo realmente alla chiesa fino alla sua fine; questo è noto solo nel cielo. Questo è l’oggetto del libro dell’Apocalisse, perché il senso spirituale della Parola si occupa del mondo spirituale, cioè dello stato della chiesa, sia nei cieli, sia sulla terra. È questo che rende la Parola spirituale e Divina. Lo stato della chiesa è lì esposto in sequenza. Questo dimostra che il contenuto del libro dell’Apocalisse non può essere spiegato se non da qualcuno a cui è stata rivelata la sequenza degli stati successivi della chiesa nei cieli. Invero, v‘è ugualmente una chiesa nei cieli come sulla terra, e di ciò si farà cenno qui di seguito. Continua a leggere

Ultimo giudizio

Estratti da Arcana Coelestia

Fede

Se non fosse noto che ogni cose nell’universo si deve al bene e alla verità e che questi due devono essere uniti affinché ogni cosa venga ad esistenza, non sarebbe neppure noto che tutte le cose nella chiesa si riferiscono alla fede e all’amore, e questi due, allo stesso modo devono essere uniti (nn. 7752–7762, 9186, 9224). Ogni cosa nell’universo si deve alla verità e al bene e alla loro unione (nn. 2451, 3166, 4390, 4409, 5232, 7256, 10122, 10555). La verità appartiene alla fede, ed il bene all’amore (nn. 4352, 4997, 7178, 10367). Continua a leggere

Ultimo giudizio (28-39)

V

L’ultimo giudizio ha luogo dove tutti devono giungere, cioè nel mondo spirituale e non nel mondo fisico

28. Si crede in generale che l’ultimo giudizio avrà luogo quando il Signore apparirà nella gloria, tra le nuvole del cielo accompagnato dagli angeli, ed Egli poi sorgere dalle loro tombe tutti che egli allora farà risorgere tutti i defunti – sin dal principio della creazione – i quali rivestiranno le loro anime con un corpo e saranno chiamati per essere giudicati. Egli darà la vita eterna, ovvero il cielo a cielo coloro che hanno agito bene, e la morte eterna, ovvero l’inferno a coloro che hanno agito empiamente. Continua a leggere