Cielo e inferno (183-190)

Le residenze degli angeli

183. Poiché nel cielo ci sono società, e gli angeli vivono come gli uomini, essi hanno anche delle residenze, le quali differiscono, secondo lo stato della vita di ciascuno. Sono sontuose per quelli di rango elevato, e più modeste per quelli di rango inferiore. Spesso ho parlato con gli angeli delle residenze nel cielo, affermando che difficilmente nel mondo vi è qualcuno nel tempo presente disposto a credere che gli angeli abbiano luoghi di dimora; alcuni non credono perché non vedono tali dimore, altri perché non sanno che gli angeli sono uomini; altri perché credono che il cielo angelico sia il cielo che essi vedono con i loro occhi, sopra di loro, e siccome questo appare vuoto, ipotizzano che gli angeli siano forme eteree, e deducono che questi vivano nell’etere. Inoltre essi non comprendono come vi possano essere tali cose nel mondo spirituale, al pari del mondo naturale, in quanto non sanno alcunché dello spirituale.

[2] Gli angeli dicono di essere informati dell’ignoranza che impera attualmente nel mondo, e con loro grande sorpresa, perfino nella chiesa, e maggiormente presso gli eruditi che non presso i cosiddetti semplici. Essi affermano anche che dovrebbe essere noto dalla Parola che gli angeli sono uomini, dal momento che quelli tra loro che sono stati visti, sono apparsi come uomini; ed il Signore che custodisce tutta la sua umanità presso di sé, è apparso nello stesso modo; dovrebbe anche essere noto che gli angeli sono uomini e dispongono di abitazioni e non volano nell’aria, come pensano alcuni, nella loro ignoranza – che gli angeli chiamano follia – e che sebbene essi siano chiamati spiriti, non sono soffi eterei. Questo potrebbe rientrare nelle conoscenze degli uomini qualora essi ragionassero prescindendo dalle nozioni acquisite nel mondo in merito agli angeli e agli spiriti. Perché tutti possiedono un’idea generale circa la forma umana degli angeli e circa il fatto che abbiano residenze nel cielo, le quali sorpassano in magnificenza le residenze del mondo; ma questa idea generale che fluisce dal cielo, cade nel nulla quando viene messa in discussione secondo i comuni ragionamenti mondani in voga presso gli eruditi, i quali hanno chiuso dall’alto la propria intelligenza e l’accesso alla luce celeste.

[3] Lo stesso può dirsi in merito alle opinioni circa la vita dell’uomo dopo la morte. Qualora si parlasse di ciò, prescindendo dalla dottrina mondana della riunione dell’anima con il corpo, si sosterrebbe che dopo la morte, si vivrà come uomini e tra gli angeli, se si è vissuto rettamente, e che si vedranno cose magnifiche e che si vivrà nella gioia; ma non appena ci si rivolge verso la dottrina della riunione dell’anima con il corpo o se si mette in discussione l’esistenza dell’anima, l’idea originaria si dissolve.

184. Ma è opportuno esporre l’evidenza dall’esperienza. Ogniqualvolta ho conversato con gli angeli, faccia a faccia, ero con loro, nelle loro abitazioni. Queste erano esattamente come quelle del mondo, ma immensamente più belle. All’interno vi sono stanze, salotti e camere da letto in gran numero; vi sono anche cortili, giardini e fiori, e prati e campi intorno. Lì vivono insieme in abitazioni l’una accanto all’altra, nella forma di una città, con viali, strade e pubbliche piazze, esattamente come le città del mondo. Mi è stato permesso di attraversarle e di guardare in ogni loro angolo, e talvolta di entrare nelle case. Questo è avvenuto quando la mia vista interiore è stata aperta, ed ero in uno stato di veglia.1

185. Ho visto palazzi nel cielo di una tale sontuosità che non è possibile descriverli. Sopra rilucevano come se fossero fatti d’oro, e sotto come di pietre preziose, alcuni più eccelsi di altri. E così pure al loro interno. Sia le parole, sia le conoscenze sono inadatte a descrivere le decorazioni che adornavano le stanze. Sul versante che dà a mezzogiorno vi erano parchi, ed ogni cosa risplendeva; in alcuni luoghi le foglie luccicavano come fossero d’argento, ed i frutti come fossero d’oro; ed i fiori nei loro giardini formavano arcobaleni variopinti. Oltre i confini, vi erano altri edifici. L’architettura nel cielo raggiunge una perfezione sublime; ciò non deve meravigliare in quanto l’arte in sé ha origine nel cielo. Gli angeli affermano che tali cose ed innumerevoli altre, anche più sublimi di queste, appaiono alla loro vista, per mezzo del Signore; ed ancora che tali cose sono più piacevoli per il loro spirito, che per i loro occhi, perché in ognuna di esse loro scorgono una corrispondenza, e attraverso la corrispondenza, tutto ciò che appartiene al Divino.

186. In merito alle corrispondenze, ho udito che, non solo i palazzi e le abitazioni, ma ogni singola cosa al loro interno ed al loro esterno, corrisponde alle cose interiori di cui sono dotati dal Signore; la casa stessa, in generale corrisponde al loro bene, e le cose particolari all’interno di essa, a ciò in cui consiste il loro bene,2 e le cose all’esterno, alle verità che derivano da quel bene, nonché corrispondono alle loro percezioni ed alle loro conoscenze (si veda la nota al n. 176); e siccome queste cose corrispondono ai beni ed alle verità che essi hanno dal Signore, esse corrispondono al loro amore, dato che l’amore appartiene al bene, e la sapienza, al bene ed alla verità insieme, e l’intelligenza, alla verità dal bene. Questo è ciò che gli angeli percepiscono, quando osservano cosa c’è intorno a loro, e quindi i loro spiriti sono più sensibili e maggiormente rallegrati da queste cose rispetto ai loro occhi.

187. Questo spiega perché il Signore chiama se stesso il tempio di Gerusalemme (Giovanni 2:19, 21)3 perché il Tempio rappresenta il suo Divina Umano; e anche perché la Nuova Gerusalemme è apparsa come fosse fatta di oro puro, con i portali di perle, e le sue fondamenta di pietre preziose (Ap. 21), perché la Nuova Gerusalemme significa la chiesa che deve essere fondata, le dodici porte, le verità che conducono al bene, e le fondamenta, le verità sulle quali poggia la chiesa.4

188. Gli angeli che compongono il regno celeste del Signore, abitano in luoghi elevati, che appaiono come montagne ricoperte di vegetazione; gli angeli che compongono il regno spirituale del Signore abitano in luoghi meno elevati, che appaiono come colline; mentre gli angeli nella parte inferiore del cielo abitano in luoghi che appaiono come sporgenze rocciose. Queste apparenze sono suscitate dalla corrispondenza, in quanto le cose interiori corrispondono alle cose più elevate, e quelle esteriori alle cose sottostanti;5 è per questo che nella Parola montagna, significa amore celeste, collina, amore spirituale, e roccia, fede.6

189. Ci sono anche angeli che non vivono in società, ma separatamente in abitazioni distinte. Essi abitano nel mezzo del cielo, perché sono gli angeli più eccelsi.

190. Le case in cui abitano gli angeli non sono fabbricate, come quelle nel mondo, ma sono donate loro gratuitamente dal Signore, a ciascuno secondo la sua ricezione del bene e della verità. Esse cambiano in armonia con i mutamenti dello stato interiore degli angeli (di cui, si veda sopra, nn. 154-160). Ogni cosa nella disponibilità di ciascun angelo, è ricevuta dal Signore; ed ogni cosa di cui ogni angelo necessiti, è data dal Signore.

1 Gli angeli dispongono di città, edifici e abitazioni (nn. 940–942, 1116, 1626–1631, 4622).

2 Le abitazioni con i loro arredi significano le cose nell’uomo che appartengono alla sua mente, dunque il suo interiore (nn. 710, 2233, 2331, 2559, 3128, 3538, 4973, 5023, 6639, 6690, 7353, 7848, 7910, 7929, 9150); di conseguenza le cose inerenti il bene e la verità (nn. 2233, 2331, 2559, 4982, 7848, 7929). Le stanze e le camere da letto significano le cose interiori (nn. 3900, 5694, 7353). Il tetto dell’abitazione significa ciò che è intimo (nn. 3652, 10184). Una casa in legno significa ciò che è in relazione al bene, e una casa in pietra, ciò che è in relazione alla verità (n. 3720).

3 Nel senso più alto la casa di Dio significa il Divino Umano del Signore in relazione al Divino bene, ed il tempio la stessa cosa, in relazione alla Divina verità; ed in senso relativo, il cielo e la chiesa in relazione al bene ed alla verità (n. 3720)

4 Gerusalemme significa la chiesa in cui la dottrina è autentica (nn. 402, 3654, 9166). I cancelli significano l’introduzione alla dottrina della chiesa, e attraverso la dottrina, l’introduzione nella chiesa (n. 2943, 4477, 4478). Le fondamenta significano la verità su cui poggiano il cielo, la chiesa e la dottrina (n. 9643).

5 Nella Parola ciò che è interiore è espresso da ciò che è elevato, e ciò che è elevato significa ciò che è interiore (nn. 2148, 3084, 4599, 5146, 8325). Ciò che è in alto significa ciò che è interiore, ed allo stesso modo il cielo (nn. 1735, 2148, 4210, 4599, 8153).

6 Nel cielo, montagne, colline, rupi, valli e paesaggi appaiono nello stesso modo in cui sono visibili nel mondo (n. 10608). Sulle montagne abitano gli angeli che sono nel bene dell’amore, sulle colline, quelli che sono nel bene della carità, sulle rupi quelli che sono nel bene della fede (n. 10438). Perciò nella Parola le montagne significano il bene dell’amore (nn. 795, 4210, 6435, 8327, 8758, 10438, 10608). Le colline, significano il bene della carità (nn. 6435, 10438). Le rupi significano il bene e la verità della fede (nn. 8581, 10580). Le pietre, di cui sono fatte le rocce, allo stesso modo significano la verità della fede (nn. 114, 643, 1298, 3720, 6426, 8609, 10376). È per questo che le montagne significano il cielo (nn. 8327, 8805, 9420). E la sommità della montagna significa la parte più elevata del cielo (nn. 9422, 9434, 10608). Ed inoltre, questa è la ragione per la quale le genti antiche avevano i loro sacri luoghi di culto sulle montagne (nn. 796, 2722).

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.